Terapia complementare del cancro – addizionale alla medicina tradizionale

Alcune domande a dott. Alexander Angerer sulla medicina complementare – una valida alternativa alla medicina tradizionale.
La diagnosi del cancro è uno sconvolgimento profondo per pazienti e i loro parenti, collegato con l’ansia e il sentimento di essere in balia della malattia. Spesso sono insicuri quali terapie sarebbero importanti da fare e quali non sono necessarie.
Sulla medicina naturale, in questa situazione, è importante da dire che è solo in addizione alla medicina tradizionale come la chemioterapia e la radioterapia e che non le sostituisce. La medicina naturale può lenire i sintomi della malattia e gli effetti collaterali della terapia tradizionale. Per i pazienti vuol dire un miglioramento nella qualità della vita e nello stato generale e perciò può dare una possibilità di sopravvivenza più alta.
L’Agopuntura, la medicina ortomolecolare e la fitoterapia sono solo alcuni esempi delle pratiche della medicina naturale che sono raccomandate per il trattamento di tumori.

AGOPUNTURA: Un metodo di cura molto vecchio con degli effetti impressionanti che è applicato su tutto il mondo, anche in casi acuti.
MEDICINA ORTOMOLECOLARE: Nel trattamento del cancro è essenziale di avere abbastanza micronutrienti come vitamine e minerali nel corpo. Dopo un esame del sangue è chiaro se è bisogno di dare micronutrienti in addizione. Terapie non necessarie sono previste automaticamente con l’esame. I micronutrienti prevedono la somministrazione orale o per via endovenosa.

FITOTERAPIA: Esistono diverse possibilità per usare i poteri curativi delle piante. Esempi sono estratti, mescolanze di tè, tinture e creme. Piante medicinali trattano i sintomi senza reprimere troppo la malattia.
La direttiva europea 2009/136/CE (E-Privacy) regola l'utilizzo dei cookie, che vengono usati anche su questo sito! Acconsente continuando con la navigazione o facendo un clic su "OK". Ulteriori informazioni